Per le elezioni europee scelgo un voto utile.

Scelgo innanzitutto di votare. Con il mio voto non voglio mandare un segnale al mio Sindaco, far saltare il Governo Renzi o pensionare il Presidente della Repubblica. Il Parlamento Europeo è sempre più importante e condizionante per la mia vita. Io voto perchè la politica europea dei prossimi cinque anni sia diversa, più umana, migliore.

Dall'Europa sono arrivate le richieste che hanno portato alla legge Fornero, ai continui tagli alla scuola e alla sanità e alla precarizzazione del mondo del lavoro. Non voterò per questo motivo i Popolari e i Socialisti, che in questi anni hanno preteso queste politiche dall'Italia. Non voterò quindi il PD, che fa parte del Partito Socialista Europeo e che domenica sosterrà il tedesco Martin Schulz.

Per poter contare in Europa è necessario appartenere ad un gruppo ampio. Avere tanti voti in un solo paese, ma nessun alleato a Bruxelles non serve a nulla. Relega ad una sterile testimonianza. Per questo il 25 maggio non voterò il Movimento Cinque Stelle.

Leggi tutto: Il mio sarà un voto utile

Le elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo del 25 maggio saranno un passaggio fondamentale per il futuro dell'Europa e del nostro paese. Potrà essere confermata la politica dell'austerità, dei tagli al welfare e il ricatto del Fiscal Compact sostenuti dalle “larghe intese” di socialisti e popolari, oppure potrà farsi strada la deriva dei nazionalismi e del ritorno anacronistico alle vecchie monete.

Noi crediamo che esista un'alternativa tra l'Europa dei tagli e i tagli all'Europa. Il problema non è l'Euro in quanto tale, ma il modello economico che ci ha portato alla crisi strutturale che viviamo ormai da sette anni. Allo stesso tempo però l’Euro non avrà futuro, se non diventa la moneta di un governo democratico sovranazionale e di politiche non calate dall'alto, ma discusse e approvate dalle donne e dagli uomini europei.

Per queste ragioni NOI SOSTERREMO LA CANDIDATURA DI ALEXIS TSIPRAS alla Presidenza della Commissione Europea e VOTEREMO L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS, la sola lista che non si limita a invocare a parole un’altra Europa, ma propone di cambiarla con politiche concrete, a partire dalle istituzioni europee, per dare all’Unione una Costituzione scritta dai popoli.

Leggi tutto: Da Cernusco per un'Altra Europa

A Cernusco sul Naviglio continua a soffiare il grecale della lista L’ALTRA EUROPA PER TSIPRAS e continuerà sino alle elezioni del 25 maggio. Nelle ultime settimane i sostenitori della lista hanno organizzato vari appuntamenti per illustrare il programma: un incontro in biblioteca con i candidati Nicoletta Dosio e Argyrios Panagopoulos, un aperitivo in piazza con Giuliana Sgrena e un laboratorio con i più piccoli sull'acqua come bene comune.

Il prossimo sabato 17 maggio saremo ancora in Piazza Matteotti per parlare di lavoro e pensioni. Spiegheremo come la Riforma Fornero sulle pensioni e la precarizzazione del lavoro in Italia, siano la diretta conseguenza delle politiche comunitarie che gli ultimi governi delle larghe intese hanno fino ad ora sottoscritto, compreso l'ultimo decreto sul lavoro del governo Renzi. Diremo che esiste un modello diverso e realizzabile, lontano dagli interessi delle Banche e delle grandi imprese, un modello che parte dalle persone e non dai numeri.

Martedì 20 maggio alle 21.00, presso la biblioteca civica di Cernusco, verrà presentato il libro "Tsipras chi? Il leader greco che vuole rifare l'Europa" scritto dal giornalista di Repubblica Matteo Pucciarelli, saranno presenti l'autore, la candidata della lista L'ALTRA EUROPA CON TSIPRAS Anita Giuriato e il Segretario regionale PRC Lombardia Antonello Patta. Una serata per conoscere Alexis Tsipras e la storia del partito greco Syriza che ha unito le sinistre intorno alla coerenza e alla concreta solidarietà a fianco dei lavoratori e dei disoccupati, degli sfrattati e degli affamati. Una scelta di campo netta che ha portato in tre anni la Sinistra del suo paese dal 3 al 28 per cento dei voti. Cambiare si può, e ognuno il 25 maggio può scegliere con il voto il cambiamento o la conservazione.

I membri del comitato che sostiene a Cernusco la lista “L’altra Europa per Tsipras”, continuano a lavorare per far conoscere il programma che porterà questo nuovo soggetto alle elezioni europee del 25 maggio.

Lo scorso sabato, sotto il gazebo del comitato in Piazza Matteotti, si è parlato di acqua come bene comune. Lo si è fatto bevendo l'acqua pubblica, giocando con bolle di sapone e truccando i bimbi con gocce colorate. Iniziative allegre, che hanno attirato l'attenzione dei passanti su un argomento molto serio, che riguarda la vita di ognuno di noi.

Le politiche liberiste di questi anni stanno distruggendo tutto: né innovazione, né riqualificazione attraverso un nuovo rapporto con l’ambiente, ma solo una privatizzazione che premia le multinazionali e i loro interessi. È per questo che è importante che l’Europa sancisca, con una propria Direttiva, che l’acqua è un bene comune, pubblico, in quanto dei cittadini stessi che lo devono poter gestire in un rapporto positivo con l’ambiente.

Leggi tutto: Acqua pubblica: un Bene Comune

L'Europa dei governi - in Italia prima Berlusconi, poi Monti, poi Renzi - ci vuole convincere che il lavoro può essere solo precario. Che bisogna sacrificare i diritti - una pensione dignitosa, l'istruzione, la salute, l'ambiente - in nome di un’austerità che in realtà difende le banche e la finanza. Che la nostra acqua, la nostra aria, la nostra energia, la nostra cultura, il nostro territorio, i beni comuni di noi cittadini debbano essere venduti. Che la democrazia è lenta e vecchia. Che occorrano trucchi che distruggono la rappresentatività del Parlamento.

NON È QUESTA LA NOSTRA EUROPA. NOI LA VOGLIAMO CAMBIARE INSIEME AGLI ALTRI EUROPEI.

Oggi c'è la possibilità di dire no a questa Europa delle banche e dei ricchi. Oggi c'è la Lista L'Altra Europa con Tsipras. Potresti votarla, ma non la conosci perché non te la fanno conoscere. I media e i poteri forti diffondono solo il loro pensiero unico. Ti stanno ingannando, ti stanno togliendo la libertà di scegliere.

Leggi tutto: Liberiamo l’Europa - Liberiamo l’informazione!

La campagna elettorale per le europee del 25 maggio in Italia sembra concentrata sul piccolo cabotaggio nazionale e sulle paure dell'esterno (Merkel, Ucraina, migranti, etc). La lista "L’altra Europa per Tsipras", sostenuta dai partiti della sinistra e da numerose personalità del mondo della cultura e dei movimenti, è la sola ad avere un programma che promuove un'alternativa e una speranza di cambiamento, per disegnare nuove politiche per Bruxelles, cioè il luogo dove realmente è stato condizionato e si condizionerà il futuro di ognuno di noi. L'idea di un'altra Europa è un percorso in cui tutti possono partecipare contro le derive autoritarie e il declino populista.

Per approfondire queste proposte, i sostenitori della lista “L’altra Europa per Tsipras” sono felici di ospitare a Cernusco Giuliana Sgrena, candidata alle elezioni europee per la circoscrizione nord-ovest. La nota giornalista del Manifesto, più volte inviata in zone di guerra e da sempre impegnata nei movimenti pacifisti italiani, sarà presente in piazza Matteotti sabato 3 Maggio dalle ore 17.00. Sarà un occasione per conoscerla personalmente, chiederle informazioni e analizzare i punti del programma elettorale.

Leggi tutto: Il Grecale porta Giuliana Sgrena a Cernusco

Lunedì 14 aprile alle ore 21, Sinistra per Cernusco invita la cittadinanza presso la biblioteca civica L. Penati ad un incontro in vista delle Elezioni Europee del 25 maggio. La serata sarà coordinata da Loris Caruso e prevede gli interventi di Nicoletta Dosio e Argyrios Panagopoulos, due dei candidati della circoscrizione del Nord-Ovest della lista “L’altra Europa per Tsipras”.

La lista Tsipras si affaccia sul panorama europeo con l’idea dirompente di contrastare l’austerità, medicina somministrata dai partiti delle larghe intese foriera di povertà e disoccupazione, rimanendo però all’interno dell’euro e dell’Europa. Un’Europa che, tornando all’ideale di Altiero Spinelli, dovrebbe finalmente mettere al centro i popoli e non la moneta e le banche, la partecipazione e l’inclusione e non le oligarchie e gli egoismi dei campanili.

Alexis Tsipras, candidato della lista alla presidenza della Commissione Europea e attuale leader del partito di sinistra greco Syriza, afferma: «Io non sono il candidato di uno Stato o di una nazione, né di una periferia geografica e neppure rappresento alleanze fra Stati. Io sono un candidato della Sinistra Europea che presenta un programma politico e di priorità programmatiche per l’uscita definitiva e solidale dalla crisi e per la riconquista della democrazia in Europa. Sono il candidato di ogni cittadino europeo che combatte contro l’austerity, indipendentemente dal voto che questo cittadino esprime alle elezioni politiche nazionali e indipendentemente da dove questo cittadino vive».

Leggi tutto: A Cernusco spira il Grecale

L'incontro pubblico del mese di Aprile di Sinistra per Cernusco sarà dedicato alle elezioni Europee e in particolare alla lista “L’altra Europa con Tsipras”. Nelle serata si approfondiranno i motivi che hanno portato alla nascita di questa lista, del suo programma e della campagna elettorale che sta per iniziare.

Superato l'ostacolo delle 3000 firme in Valle d'Aosta, ora inizia una lungo e capillare lavoro per far conoscere un progetto che, come Sinistra per Cernusco, abbiamo sposato fin dalle prime ore. Sosteniamo Alexis Tsipras perché è necessario trasformare i sentimenti di diffidenza e di distanza verso il sogno europeo, in partecipazione e occasione di crescita. Nessuno può adempiere a questo compito meglio di chi ha vissuto nel proprio Paese i drammi che nascono da scelte economiche sbagliate, che non proteggono salari e pensioni dall'assalto di banche e speculatori.

Invitiamo tutti mercoledì 2 aprile alle 21.15 nella sede di via Fatebenefratelli.

Sabato 15 marzo, e nei due sabati successivi, Sinistra per Cernusco sarà in piazza Matteotti per raccogliere le firme necessarie alla presentazione della lista "l'Altra Europa con Tsipras", in vista delle elezioni europee del 25 maggio 2014.

In queste settimane la lista che appoggia la candidatura di Alexis Tsipras, sta raccogliendo al suo interno le forze sociali legate ai movimenti popolari e democratici e le forze politiche di sinistra. Sosteniamo che davanti alla drammatica crisi sociale ed economica contemporanea, la soluzione non sia l'uscita dall'euro: la moneta unica da sola non basta e non potrà bastare a costruire una vera Europa democratica, che invece ha bisogno di un parlamento e un governo sovranazionali in grado di fare scelte vagliate e approvate dalle donne e dagli uomini europei. Davanti a 27 milioni di disoccupati, crediamo che le uniche vie d'uscita dalla crisi siano la fine della stagione dell'austerità e l'impegno deciso da parte degli Stati per sostenere l'economia reale e quindi il lavoro, con la dovuta attenzione all'ambiente e all'equità sociale. Come lista consideriamo ineludibile la trasformazione ecologica della produzione per rispondere ai problemi ambientali e dare priorità alla qualità della vita, alla solidarietà, all’istruzione, alle fonti energetiche rinnovabili, allo sviluppo eco-sostenibile.

La raccolta di firme sarà l'occasione per presentare questo nuovo progetto, che sentiamo affine a quello di Sinistra per Cernusco e a cui abbiamo aderito con entusiasmo. Con Alexis Tsipras, il nostro candidato alla Presidenza della Commissione Europea, crediamo che "per ricostruire l’Europa sia necessario cambiarla. E dobbiamo cambiarla adesso, perché sopravviva. Mentre le politiche neo-liberiste trascinano indietro la ruota della Storia, è il momento che la sinistra spinga avanti l’Europa”.

Wednesday the 22nd - Custom text here - Powered by Joomla! and designed by Hostgator